Riunione M3, Roma 17 Gennaio 2015: La Sintesi

Il direttivo AsiSub Vi ringrazia per aver partecipato in maniera attiva ai lavori della prima riunione operativa che si è svolta a Roma il 17 marzo 2015. La riunione è stata molto fruttuosa, ben oltre le più rosee aspettative, grazie ad una partecipazione attiva e propositiva da parte di tutti i partecipanti. L’entu- siasmo per quanto ad oggi realizzato ha fornito nuovi slanci ed idee ad affermare la presenza della nostra didattica sul territorio nazionale.

Di seguito sono riportati i punti principali trattati nell’incontro.

Apertura lavori (presidente AsiSub Marco Aurelio Palladino)
Panoramica dell’ASI quale Ente di Promozione Sportiva
Richiesta di un maggiore interscambio con ASI( è emerso che i resp. Regionali posso sedere al tavolo delle riunioni asi regionali) per avere maggiore sviluppo
Si è discusso di come utilizzare ASI per la promozione di AsiSub, utilizzando l’ufficio stampa dell’ente e la rivista Primato. Per inviare gli articoli, che vogliamo siano diffusi, è necessario spedirli via mail a Marco Aurelio Palladino all’indirizzo presidenza@asisub.it
In termini di visibilità si chiede di istruire gli istruttore e invogliarli ad essere più attivi nel mandare le infor- mazioni da mettere nel sito www.asisub.it e nel giornale asi
Richiesta ad ASI di collaborazione per reperire spazi acqua presso le piscine affiliate ASI, gli intermediari a cui rivolgersi sono i responsabili provinciali ASI o la presidenza nazionale (rivolgendosi a Marco Aurelio Palladino)

– Albo Istruttori
Gli istruttori al rinnovo saranno inseriti nell’albo istruttori ASI Coni (unico riconosciuto in Italia) e riceveran- no un tesserino tecnico in cui sarà indicato il settore di appartenenza e la qualifica.

Si è anche parlato della possibilità di interagire con il Settore Nazionale Sport Disabili di ASI per un pro- getto di collaborazione a tale scopo i responsabili di regione si attiveranno per verificare l’interesse da parte degli istruttori della loro regione per lo sviluppo della subacquea asi nel Settore Sport Disabili

Intervento del responsabile del Settore Ricreativo Luca Zeppadoro

– Nuovo percorso didattico

Differenza tra le esperienze del corso P2 e le specialità (notturna, immersione profonda e orientamento) Le specialità sono approfondimenti e consolidamento di abilità, fondamentale e obbligatori per l’accesso al corso P3.

– Nuovi Corsi
Corso Orientamento, Corso Notturna e Corso Immersione Profonda.
– Nuove procedure di crossover.
Affidate a partire dal 15 gennaio ai responsabili regionali, in totale autonomia e senza la supervisione del

direttivo che interverrà solo qualora il responsabile lo richieda.
I responsabili regionali, aiuteranno all’individuazione di soggetti con caratteristiche idonee alle linee asi per le regioni limitrofo scoperte
I responsabili regionali saranno più attivi negli interscambi con le altre regioni per qualsiasi iniziativa

– Aggiornamento per gli Istruttori

Stesura di un calendario (su indicazione dei responsabili regionali) per effettuare l’aggiornamento degli istruttori sui nuovi strumenti didattici (manuali e procedure)

In questa fase si è deciso di rendere possibile il rinnovo istruttori solo a chi ha fatto almeno un corso nell’anno precedente. Per chi non lo avesse fatto, il rinnovo è subordinato ad un aggiornamento gratuito con il trainer di riferimento.

Intervento Pina Troiano Segretario Generale AsiSub e co-responsabile settore Ricreativo – Panorama delle didattiche.

Panoramica della situazione delle didattiche in Italia, in questo grande momento di crisi. Analisi delle scel- te, non sempre vincenti, delle altre didattiche.
In alcuni casi si è data, mediante campagne pubblicitarie al ribasso, molta importanza ai numeri e poca alla qualità, facendo la gioia di manager poco lungimiranti, con il risultato di una scarsa fidelizzazione dell’allievo e una crescente difficoltà dei club. In altri casi abbiamo visto scelte commerciali (mares-ssi), che hanno visto sparire il singolo istruttore obbligandolo ad affiliarsi ad un club, club che a sua volta deve affiliarsi alla didattica ad un costo di 250 euro/anno, a solo vantaggio di avere pubblicità sul sito della didattica (nessuno sconto o agevolazione)

Queste scelte hanno creato un grosso scontento, e in questo panorama la nostra didattica si colloca in una posizione di vantaggio in cui club e singoli hanno ancora un identità ed un valore(affiliazione Club GRA- TUITA).
Quasi tutte le didattiche sono migrate o stanno per migrare su piattaforme digitali, mediante manuali e procedure online.

– Corsi in fase di sviluppo

Nuove specialità a cui potranno accedere i P1, al fine di coinvolgere e appassionare gli allievi.
Specialità “Scienza e tecnologia dell’immersione” estrapolata dal corso P3 che approfondirà argomenti di teoria quali attrezzatura, fisica, fisiologia, biologia ecc. Il corso, accessibile dagli allievi P1 e obbligatorio per gli allievi P3, prevede solo sessioni teoriche e quindi di grande valore didattico nei periodi i cui non è sempre agevole fare le sessioni di acquea libere.
Con l’introduzione del corso “Scienza e tecnologia dell’immersione” e di tutti gli altri corsi di specialità , ,obbligatori per accedere al corso P3, l’allievo P3 avrà già tutte le competenze necessarie per affrontare il suo percorso da guida e aiuto istruttore.

Intervento di Alberto Gregori Responsabile Settore Tecnico

– Riepilogo strumenti didattici

Modulo registrazione allievo: da compilare da parte dell’allievo in ogni sua parte, poiché ha valore legale (non trascurare la firma delle lezioni teorico pratiche effettuate).

Manuale: è essenziale per fornire all’allievo gli adeguati strumenti per svolgere un corso di qualità.

Slide e Workbook: i due strumenti non devono essere scissi, forniscono all’allievo un elemento in più che lo aiuta nell’apprendimento e all’istruttore un supporto fondamentale per svolgere le sue lezioni.

Quiz: da compilare da parte dell’allievo, anch’esso ha valore legale, in particolare è importante che sia firmata la dichiarazione dell’allievo in cui afferma che gli sono stati spiegati gli eventuali errori.
Diploma e Brevetto: essendo il brevetto CMAS riconosciuto come credito per alcuni concorsi pubblici, ha un alto valore e talvolta soggetti a verifiche da parte delle autorità presso cui e stato presentato quale credito. E’ di fondamentale importanza rispettare gli standard minimi dettati da CMAS.

– Nuovi strumenti didattici
Manuali Online: i manuali hanno indici interattivi ed è possibile sottolineare o apporre note personali.

Slide con Workbook: oltre alle slide in formato PDF ci sono a disposizione in fornato Power Point (per Windows) e in formato Keynote (per Mac) che hanno sulle note del presentatore riportato la sezione del workbook relativa a quella slide. Sono in fase di realizzazione dei video per spiegarne il funzionamento. I video potranno essere scaricati dal sito nella sezione riservata.

– Cosa nel prossimo futuro
Sistema di registrazione allievo: L’istruttore farà una pre registrazione fornendo nome cognome codice fiscale e email. Nello stesso modulo indicherà quale corso sta iniziando l’allievo.
All’allievo verrà mandata una mail per completare i suoi dati. In questa fase l’allievo finita la registrazione avrà la possibilità di scaricare il manuale in formato PDF.
L’emissione del brevetto verrà a seguito della richiesta da parte dell’istruttore sempre online utilizzando in codkit che ha acquistato. Alla stampa del brevetto il sistema manderà una mail all’allievo con la possibi- lità di scaricare il provvisorio in formato pdf.

Si è deciso di comune accordo tra i responsabili di zona e il direttivo di inserire nei kit istruttori la patch “istruttore”,con logo ASI e qualifica, come gadget aggiuntivo

Nell’incontro è stato anche presentato il sistema di shop online che sarà operativo dal 15 febbraio. Que- sto sistema soppianterà completamente le vecchie procedure.

Augurandovi un buon lavoro ma soprattutto buone bolle il direttivo AsiSub Vi saluta calorosamente

Posted in News.